Jenny Diski

Contro natura (1997)

 

 

Un’infanzia e una giovinezza tutte da dimenticare, o forse da esorcizzare grazie alla memoria salvifica della scrittura: questi gli esordi biografici di Jenny Diski, nata a Londra nel 1947 da una coppia male assortita di immigrati ebrei e subito esposta a una crudele girandola di adozioni famigliari ed espulsioni scolastiche, intervallate da più o meno lunghe parentesi presso istituzioni correttive e più o meno saltuari tentativi d’impiego. Dopo vari anni di latitanza esistenziale, scopre in sé una straordinaria vocazione intellettuale e s’iscrive, ormai trentacinquenne, alla Facoltà di Antropologia: ma ancora una volta, anziché laurearsi, completa d’impulso il suo primo romanzo, Contro natura, che per la scabrosità dell’argomento e il candore (dichiaratamente autobiografico) della confessione s’impose all’attenzione del pubblico inglese, seminando zizzania tra le femministe e insinuando disagio nel partito dei maschi.
Wikipedia
Sito dell'autore

 

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.