Andrés Barba
La sorella di Katia
FUORI CATALOGO
Collana Dirigibili
€ 13,80
160 pagine
2005
978-88-461-0064-1

 

 

Per capire la vita, la sorella di Katia ha a disposizione solo un piccolo mondo sordido. Una madre che batte i marciapiedi di Madrid e smetterà di fare la prostituta per diventare macellaia e coronare un comodo sogno d’amore, una nonna che sta perdendo la memoria e le morirà accanto, e naturalmente Katia, con la sua bellezza salvifica, spogliarellista in un night-club che sogna il suo amore italiano e verrà inevitabilmente delusa. La sorella di Katia, quattordici anni e mezzo, non ha nome, ha un cervello che si muove piano, incapace di sovrapporre la nozione di male e di rancore all’amore per le donne che accudisce. Viene a contatto con la violenza del sangue, della droga, degli uomini, ma le percepisce come semplici manifestazioni di un mondo sostanzialmente incomprensibile.
In questa cornice tragica, è proprio lo sguardo della ragazzina, al tempo stesso comico e commovente, a dare ordine alle cose. La sua innocenza mai lacrimevole, che ne fa una parente stretta della Félicité di Un cuore semplice di Flaubert, è quella di un essere umano che non si sporca, non si scoraggia, non si redime perché, semplicemente, non contempla il male, mentre il suo racconto definisce uno spazio di personaggi pateticamente sovversivi che si dibattono controcorrente, guadagnando ogni tanto il lusso di riposarsi dalla guerra.

 

Leggi l'incipit del libro

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.