Marek van der Jagt
Gstaad 95-98
FUORI CATALOGO
Collana Dirigibili
€ 15,00
288 pagine
2004
978-88-461-0060-3
Acquista su logo IBS  

 

Il principio guida di François Lepeltier è che chi non è nessuno è costretto a recitare una parte e a diventare quello che recita. Ecco così che a Baden-Baden si comporta da ragazzino minorato mentre sua madre deruba i negozi, a Stoccarda fa il dentista per i poveri e i bisognosi, a Châteaux d’Oex incarna il perfetto maestro di sci idolatrato dalle ragazze e infine, a Gstaad, si afferma come prestigioso sommelier del Palace Hotel. Nessuno conosce i vini meglio di lui, nella sua professione è una celebrità. Questo finché non commette un errore… Dalla prigione il “mostro di Gstaad” spiega, in una lucida confessione, che cosa per tanti anni lo ha spinto a fare ciò che ha fatto, come è diventato quello che è diventato e in che modo è riuscito a condurre, assieme alla madre, una rocambolesca esistenza di pensione in pensione e di albergo in albergo, culminata nella lussuosissima stazione sciistica svizzera. Gstaad 95-98 tocca un tema che a Marek van der Jagt non poteva che essere caro, il cambio di personalità. Il romanzo ha segnato la definitiva affermazione del “doppio” di Arnon Grunberg e un cambiamento nella sensibilità dello scrittore che, senza rinunciare allo strumento dell’ironia, sembra affrontare il tema della tragedia umana in modo più diretto rispetto ai libri precedenti.

 

Leggi l'incipit del libro

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.