Michel Rio
Morgana
FUORI CATALOGO

Collana Narrativa/mente

€ 14,46
192 pagine
1999
978-88-461-0035-1
Acquistalo su  logo IBS  

 

Il nero contrario di Merlino, ecco Morgana. Nel nuovo, atteso e insperato romanzo che dopo il successo di Merlino Michel Rio dedica al ciclo della Tavola Rotonda, la conturbante allieva supera il Maestro ergendosi a incontrastabile protagonista di un altro sguardo sulla più affascinante delle leggende occidentali. Morgana e Artù, figli della Regina Ygerne, sono entrambi creature della mente superiore del Mago, che li cresce separati, insegnando a lei la natura delle cose, e a lui quella degli esseri. Artù deve conoscere il potere e il dovere, in quanto destinato a governare un mondo nuovo, retto su una legge di giustizia e giustezza. Morgana, bambina assetata di conoscenza e amore, a soli dodici anni elabora una propria teoria atomistica ed eliocentrica, ma ne avverte da subito le conseguenze: una visione tanto lucida del vuoto e crudele meccanismo universale le sarà causa soltanto di paura, sofferenza e infinita solitudine. Mentre dunque l’ideale del Maestro diventa per Artù fede cieca in un bene cancellatore di ogni male, Morgana decide di vendicarsi del male universale con il male individuale. Da quando giovanissima - di una bellezza senza rivali, l’incanto verde dei suoi occhi sempre più intenso e freddo, la splendida capigliatura nera in contrasto con il pallore diafano della pelle – si isola nella fortezza di Isca, a quando ormai vecchia - il corpo fragile e rattrappito, il viso spaventoso, solcato dal tempo, dall’odio, dal tormento, e incorniciato da una criniera bianca - si ritirerà nell’esilio definitivo di Avalon, la sua esistenza sarà votata alla demolizione del sogno di Merlino e del Regno di Artù che lo incarna. Eppure la guerra spietata fra i tre non basterà a spezzare il patto d’amore che li avvince: fino al proprio trionfo nel disfacimento, Morgana non odierà e non adorerà che Merlino e Artù, perché non c’è fatalità né nella creazione né nella distruzione, e l’anima e il caso sfuggono ai più sottili calcoli della previdenza.

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.