Matt Ridley
La Regina Rossa

Collana Saggia/mente
€ 18,60
416 pagine
2003
978-88-461-0049-8

 

 

Nella fantasia di Lewis Carroll la Regina Rossa correva all’impazzata per rimanere sempre nello stesso posto. Non diversamente, suggerisce Matt Ridley, si comportano gli uomini: l’evoluzione che ci ha portato allo stato attuale non è una questione di progresso quanto di cambiamento e continuo adattamento finalizzato alla sopravvivenza. "Ogni creatura vivente è il risultato di una successione infinita di conflitti fra parassiti e corpi ospitanti, fra geni e altri geni, fra membri della medesima specie e fra membri di un sesso in competizione con l’altro sesso."
Stando così le cose, soltanto una logica alla Lewis Carroll riesce a spiegarci i meccanismi dell’evoluzione e riproduzione umane. Di per sé la fecondazione per via sessuale non è né economica né efficiente rispetto all’assai più sicura clonazione, ma poiché animali e piante devono poter contare su uno stato di perenne variabilità genetica per reagire agli attacchi di sempre nuovi parassiti, ecco che il sesso diventa la nostra migliore arma di difesa contro le malattie. È il sesso che permette a ciascuno di noi di correre per rimanere nel posto che ci siamo faticosamente conquistati nel corso dei millenni.
Interpretati alla luce di questa prospettiva, molti dei quesiti più assillanti che riguardano la natura umana – dal perché delle differenze fisiche e mentali tra maschi e femmine al perché della monogamia che, nonostante qualche incidente di percorso, sembra essere un tratto caratteristico degli uomini – cominciano a sciogliersi, e con loro si chiariscono anche aspetti più piccanti e apparentemente superficiali della nostra civiltà, quali la seduzione e la pornografia, la bellezza e la poligamia, l’attrazione e il tradimento.

 

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.