George Johnson
Simmetrie
FUORI CATALOGO
Collana Saggia/mente
€ 18,60
536 pagine
2002
978-88-461-0027-6

 

 

Fra scarpate ripidissime e torrenti polverosi, canyon scolpiti dall’evoluzione geologica e dita di lava annerite dalla fuliggine, nella regione del New Mexico settentrionale le tribù pueblo dei tewa, degli zuñi e degli hopi hanno per secoli intessuto fantasmagoriche reti di corrispondenze fra animali, stagioni e spiriti stellari per imbrigliare i capricci di quel mondo minaccioso e multiforme.
A poca distanza dalle loro quattro Colline Sacre, un’altra tribù - quella dei biologi, fisici e informatici dei laboratori di Los Alamos e Santa Fe - sta elaborando le proprie teorie da sovrapporre alle irregolarità dell’universo, lungo un cammino che agli esordi del nuovo millennio sembra però arrivato a un punto di non ritorno: in cima a vette di astrazione sempre più vertiginose oscillano particelle trasformate in aloni di pura probabilità; galassie tenute insieme da una materia oscura e invisibile; quark, funzioni d’onda e universi di bit sempre più impalpabili e lontani dalla nostra esperienza.
Fra i due estremi del relativismo e dell’oggettivismo irriflesso, proprio a Santa Fe i teorici della complessità sembrano avere individuato una terza via: la predilezione per strutture e regolarità non è solo una caratteristica del nostro cervello, bensì della stessa materia che ci circonda, inesorabilmente spinta ad autorganizzarsi in livelli crescenti di ordine e simmetria.

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.