Manuel De Landa

Mille anni di storia non lineare

FUORI CATALOGO
Collana Le Antenne
€ 18,60
384 pagine
2003
978-88-461-0032-0

 

 

La storia del mondo non è soltanto quella che siamo abituati a sentirci raccontare, né la supremazia dell’Occidente è il risultato di uno sviluppo progressivo e lineare culminato con la nostra civiltà. Mercati finanziari, istituzioni sociali, fenomeni linguistici e società umane sono nati da imprevedibili traiettorie, da biforcazioni e processi autorganizzativi, dalla stessa generazione spontanea di forma che – secondo le più recenti scoperte delle scienze naturali – governano tanto la vita biologica quanto la materia inorganica.
Attingendo a quel nuovo e vasto universo culturale che è la disciplina della «complessità», nonché alla tradizione filosofica di Braudel, Deleuze e Guattari, Manuel De Landa propone un’inedita concezione della storia dove ogni residua distinzione fra natura e cultura viene sfumata per aprirsi a una panoramica ampia e comprensiva: la storia si spoglia così del suo antico antropocentrismo per farsi vera storia del mondo, non tanto perché estesa al mondo intero, ma perché capace di abbattere le ultime barriere tra mondo fisico, biologico e culturale. Non importa quale sia il sistema in oggetto, se una cellula, un’economia, un’ecologia o una città: la logica sottesa al loro divenire è la stessa. È la medesima realtà che si manifesta, il medesimo universo, il medesimo flusso di «materia-energia», il medesimo scenario, uno scenario che De Landa ha il pregio di «raccontare» con stile avvincente e spirito eclettico, quasi si trattasse di un romanzo.

 

Leggi l'incipit del libro

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.