9788846102416 cop BALLESTRACCI Dio bicicletta


Marco BALLESTRACCI

Il dio della bicicletta

 

Storia di gambe 
2014
Collana FuoriClasse

formato 14 x 21 cm
pagine 136


Libro € 13,00 Rassegna stampa
 eBook  € 6,99
ISBN 978-88-461-0241-6  ISBN

978-88-461-0248-5

Acquista
 logo IBS
Guarda nel libro    

«La bicicletta ha un dio per conto suo», un soggetto particolare che si diverte a ispirare imprese folli, trasformare gregari in campioni o ridurre assi delle tappe a pedalare con la morte nello sguardo.
Marco Ballestracci – cantore-scrittore che dalle vicende di uomini e biciclette trae un’epica inesauribile – si muove sulle tracce della capricciosa divinità, scovandone lo zampino nelle imprese più celebri come in quelle più misconosciute, sulle strade delle grandi gare e sulle colline dietro casa. Partendo da un pellegrinaggio sul Mont Ventoux, il dio del male che nelle parole di Roland Barthes «esige un tributo di sofferenza», Ballestracci inanella storie di gambe e di mitiche gesta, trova consonanze tra i campioni del passato e gli eroi omerici, incontra corridori che conoscono Dante a memoria e collezionisti che sanno riconoscere una bici di Coppi al primo sguardo. Di volta in volta accompagnato da ciclisti amatoriali o ex maglie gialle, passando da una casa del popolo sugli Appennini a un caffè dell’Alvernia, fa scintillare con piglio da cantastorie i miracoli e dispetti del dio che governa le due ruote.

L'autore

Rassegna stampa
12   Giugno  2014  delfurorediaverlibri.blogspot.it
       
       
       
       

9788846102607 cop MINETTO Blu piu profondo


Eric MINETTO

Il blu più profondo del cielo

 

Brevi storie di grandi uomini 
2016
Collana FuoriClasse

formato 14 x 21 cm
pagine 112


Libro € 12,00 Rassegna stampa
 eBook  € 6,99
ISBN 978-88-461-0260-7  ISBN

 978-88-461-0267-6

Acquista
 logo IBS

Guarda nel libro

  Guarda il booktrailer

San Francesco da giovane era una specie di stilista di moda. Joshua Slocum, il primo a navigare in solitaria intorno al mondo, non sapeva nuotare. Bruce Lee ballava il cha cha cha quasi meglio di come combatteva. Fitzgerald scriveva deliranti ricette. Hemingway sfondò a testate il portellone di un aereo in fiamme.
Quindici icone per quindici racconti. Quindici personaggi raccontati attraverso un unico, folgorante dettaglio: la finestra sempre accesa di Flaubert, le scarpe troppo strette di Beckett, l’iscrizione in greco sulla tomba di Jim Morrison che recita «Fedele al proprio destino».
In fondo, sulla lapide di ognuno di questi personaggi potrebbe essere incisa la stessa epigrafe. Ciascuno di loro perseguì il proprio destino fino alla fine e anche oltre, ed è così che Morrison, Lawrence d’Arabia, Rimbaud e tutti gli altri protagonisti di questo libro continuano a parlarci, illuminando ancora oggi le nostre esistenze. Con il loro esempio, con le loro opere o magari con un unico, a prima vista trascurabile, dettaglio.

L'autore

Eric Minetto è nato a Torino nel 1971 ed è laureato in Letteratura Nordamericana. Dal 2001 al 2013 ha insegnato storytelling e scrittura creativa alla Scuola Holden, con cui ancora collabora. Ha un master in Yoga Studies e fa l’insegnante di Yoga.

Rassegna stampa
19  ottobre 2016

 Logo CICAPUI
http://www.cicapui.it/2016/10/19/storie-di-grandi-uomini/

 

23  settembre 2016 News letter libridabottega
       
       
       

9788846102423 cop FAZZARI Tre uomini fanno tigre


Nazarena FAZZARI

Tre uomini fanno una tigre

Viaggio nella cultura e nella lingua cinese

 
2014
Collana Le Antenne

formato 13,5 x 20,5 cm
pagine 144


Libro € 14,00 Rassegna stampa
 eBook  € 7,99
ISBN 978-88-461-0242-3  ISBN 978-88-461-0244-7
Acquista
 logo IBS
Guarda nel libro    

Crescita inarrestabile, comunismo capitalistico, diritti umani, megalopoli: questi i temi più dibattuti quando si parla di Cina. Tutto giusto, ma il gigante asiatico non è solo questo. Chi approda nell'ex Celeste Impero deve prepararsi a sentirsi chiedere «Fai cacca o pipì?» quando mette piede nei bagni pubblici, e a non scomporsi se un direttore d’azienda si taglia le unghie durante una riunione ad alto livello. Che ci si trovi in Cina per lavoro o per piacere, può tornare utile sapere perché negli ascensori manca il quarto piano, perché chi vi invita al ristorante non mangia, perché non si devono mai regalare fiori bianchi.
Nazarena Fazzari, che in Cina ha vissuto e lavorato a lungo, racconta come capire meglio il Paese del dragone e fornisce alcuni consigli per instaurare buoni rapporti con i cinesi, si tratti di amicizia o di trattative d’affari. Partendo dalla propria esperienza, spiega la tanto fraintesa Cina nelle sue superstizioni quotidiane, nelle complicate regole di bon ton a tavola, nei retaggi confuciani che regolano il comportamento in pubblico, ma anche nei modi in cui una cultura millenaria si esprime attraverso la lingua e i suoi caratteri.
Con sguardo acuto e non di rado divertito si sofferma sul confronto culturale e sulle difficoltà di comunicazione, aprendo squarci su quello che al primo impatto può apparire un mondo indecifrabile.
Un libro non solo per chi lavora o viaggia, ma anche per chi si avvicina alla Cina per curiosità o per studiarne la lingua, e perfino per chi pensa di conoscerla già.

L'autrice

Nazarena Fazzari, classe 1977, sinologa. Ha lavorato a lungo in Cina e come interprete di cinese. Tra le traduzioni pubblicate: Metà dell’uomo è donna” di Zhang Xianliang, un romanzo di denuncia ambientato durante la Rivoluzione Culturale; Introduzione alla cultura cinese” per l’Hanban, sede centrale dell’Istituto Confucio; e una serie di testi scolastici per Lattes nell’ambito di un progetto multiculturale che agevoli l’inserimento e lo studio degli studenti stranieri.
Insegna cinese presso una scuola privata di Torino, Asian Studies Group. 
Tre uomini fanno una tigre” è il suo esordio come scrittrice.

https://nazarenafazzari.wordpress.com/

https://www.facebook.com/treuominifannounatigre/

Rassegna stampa
novembre 2016 Il Giornale
       
       
       
       

9788846101815 cop_CANUTI_Contro_i_cattivi_funziona

 Massimo Canuti

 

Contro i cattivi funziona
Collana Dirigibili
 
144 pagine
2013
 

libro € 12,00

ISBN 978-88-461-0181-5

eBook € 6,99

ISBN 978-88-461-0234-8

 

Matteo ha tredici anni, due genitori divorziati, una passione per i supereroi e un fratello maggiore che intralcia tutti i suoi piani: Guido, ritardato e incapace di autogestirsi. Quando la famiglia si trasferisce in un nuovo appartamento, Matteo sa che per lui può essere l’inizio di una nuova vita. Nuovo quartiere, infatti, significa nuova scuola. E soprattutto nuovi amici, che non sappiano nulla di quel fratello in carrozzina che non fa altro che metterlo in imbarazzo. Così nasconde l’esistenza di Guido a tutti quelli su cui cerca di fare colpo, come Francesco, boss della scuola e dei campi da calcio, e la nuova conquista Licia.

Tutto sembra girare per il verso giusto, finché Guido non inizia a frequentare la scuola e Francesco a progettare un furto all'oratorio. Tra crisi famigliari e giovani ultrà adoratori di Nietzsche, le difficoltà per Matteo aumentano, ma nel momento più critico l'aiuto arriverà da dove meno se l'aspetta ...

 

Leggi l'incipit ...

ibsbannerverde

 

 

9788846101792 cop_REPOSSI_erba_che_fa_il_grano

 Paolo Repossi

L'erba che fa il grano
Collana Fuori Classe
 
200 pagine
2013
 

libro € 14,00

ISBN 978-88-461-0179-2 

eBook € 7,99

ISBN 978-88-461-0230-0  

Ai lati della strada che sale alla cascina della Sbercia il vecchio Pietro Mezzadra ha piantato due querce quando suo figlio Gigi ha sposato Lucia, poi ha proseguito piantando una quercia per ogni nipote: nel 1930 le querce sono otto, e il vecchio stabilisce che se ne prenderanno cura i ragazzi, appena saranno in grado di farlo. I campi, le piante, le vigne sono la vita della famiglia Mezzadra: casa e terra, nelle campagne dell'Oltrepo, «era uno dei modi di dire tutto».

Il mondo fuori della Sbercia è il paese, il Piano, la Mezzacosta; al di là nessuno è mai andato, tranne Gigi quando è stato in guerra. I primi a varcare il confine sono Pietro e Libero, i figli più grandi, quando partono per la nuova guerra; poi – passati gli anni, i tedeschi e i partigiani – se ne vanno anche le due ragazze, Silvia e Nella. Alla Sbercia rimangono Quinto ed Elio a occuparsi dei campi, finché anche Quinto decide di cambiare vita e si impiega in un autosalone. Nelle campagne arrivano i trattori, i paesi si espandono, le vite dei fratelli Mezzadra prendono direzioni diverse diramandosi nella provincia della crescita febbrile e dolceamara. Successi e fallimenti, figli, affari e nuove terre costellano una storia famigliare che abbraccia gran parte del secolo e, dall'universo agricolo della Sbercia, racconta come è cresciuta l'Italia minore delle cascine.

Leggi l'ncipit del libro

 

ibsbannerverde

 

 2 giugno 2016 valdarnopost.itvaldarnopost.it 
   
   
   

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.