Geoff Dyer

Natura morta con custodia di sax

 
Collana Saggia/mente
€ 13,00
320 pagine
1993
978-88-461-0076-4

 

 

Nell’immagine di copertina, dedicata dal grande fotografo Herman Leonard a Lester Young, si condensa la sottile atmosfera di questo originalissimo romanzo-saggio che, a partire da sparsi frammenti di memoria, ricostruisce la vicenda di alcuni protagonisti del jazz, offrendo nel contempo un’avvincente guida all’ascolto della loro musica.
Un intermittente racconto cornice collega in modo impalpabile i diversi episodi: durante un lungo viaggio “on the road” in compagnia del suo autista baritono, Duke Ellington pensa, ricorda, progetta e compone. Dalle sue riflessioni e fantasie prendono forma sette narrazioni indipendenti, che potrebbero essere altrettante variazioni cinematografiche sul rapporto - sempre esagerato e spesso esasperato - fra l’artista e la sua creazione.

Leggi l'incipit del libro

 

ibsbannerverde

 

Matt Ridley
La Regina Rossa

Collana Saggia/mente
€ 18,60
416 pagine
2003
978-88-461-0049-8

 

 

Nella fantasia di Lewis Carroll la Regina Rossa correva all’impazzata per rimanere sempre nello stesso posto. Non diversamente, suggerisce Matt Ridley, si comportano gli uomini: l’evoluzione che ci ha portato allo stato attuale non è una questione di progresso quanto di cambiamento e continuo adattamento finalizzato alla sopravvivenza. "Ogni creatura vivente è il risultato di una successione infinita di conflitti fra parassiti e corpi ospitanti, fra geni e altri geni, fra membri della medesima specie e fra membri di un sesso in competizione con l’altro sesso."
Stando così le cose, soltanto una logica alla Lewis Carroll riesce a spiegarci i meccanismi dell’evoluzione e riproduzione umane. Di per sé la fecondazione per via sessuale non è né economica né efficiente rispetto all’assai più sicura clonazione, ma poiché animali e piante devono poter contare su uno stato di perenne variabilità genetica per reagire agli attacchi di sempre nuovi parassiti, ecco che il sesso diventa la nostra migliore arma di difesa contro le malattie. È il sesso che permette a ciascuno di noi di correre per rimanere nel posto che ci siamo faticosamente conquistati nel corso dei millenni.
Interpretati alla luce di questa prospettiva, molti dei quesiti più assillanti che riguardano la natura umana – dal perché delle differenze fisiche e mentali tra maschi e femmine al perché della monogamia che, nonostante qualche incidente di percorso, sembra essere un tratto caratteristico degli uomini – cominciano a sciogliersi, e con loro si chiariscono anche aspetti più piccanti e apparentemente superficiali della nostra civiltà, quali la seduzione e la pornografia, la bellezza e la poligamia, l’attrazione e il tradimento.

 

 

Matt Ridley
Genoma

Collana Saggia/mente
€ 18,60
424 pagine
2002
978-88-461-0038-2

 

 

Il 26 giugno 2000 il Presidente Clinton alla Casa Bianca e Tony Blair a Downing Street hanno annunciato in contemporanea che, a grandi linee, la mappatura del genoma umano era ultimata. È stato un momento straordinario: per la prima volta nella storia della vita sulla Terra, una specie ha potuto leggere il proprio libretto d’istruzioni. Sì, il nostro genoma altro non è che l’insieme delle norme per il montaggio di un essere umano funzionante. Nascosti al suo interno giacciono migliaia di geni e milioni di altre sequenze, portarli alla luce è come raccogliere messaggi che ci giungono dal tempo in cui eravamo organismi unicellulari, come scoperchiare un forziere di segreti filosofici, magari alla ricerca di indizi per rispondere ad antichi dilemmi, non ultimo l’esistenza del libero arbitrio.
Per valutare gli effetti pratici della scoperta occorrerà ancora del tempo, e dell’argomento non si cesserà di discutere. D’altronde la mappatura non rappresenta che un inizio. È un po’ come la compilazione del catalogo di un’immensa biblioteca costituita da libri perlopiù ancora da decifrare.
Dei «libri» finora letti, ventitré sono presentati nel best seller di Matt Ridley, che non tratta direttamente del Progetto Genoma, quanto di ciò che il progetto ha permesso di scoprire: «…la vera storia del genoma umano» raccontata scegliendo un gene da ciascun cromosoma per adattarlo alla narrazione, «esattamente come ha fatto Primo Levi con la tavola periodica degli elementi». Con uno stile brillante, Ridley trasforma le arcane vicende dei geni in storie avvincenti, e con assoluto rigore scientifico, ma senza spaventare i profani, ci introduce a uno degli argomenti più interessanti del panorama scientifico europeo.

 

ibsbannerverde

 

Brian Fawcett
Cambogia
FUORI CATALOGO

Collana Saggia/mente

€ 14,80
224 pagine
2002
978-88-461-0023-8
Acquista su  logo IBS  

 

Dalla periferia dell’«Impero» uno scrittore s’interroga sui legami fra la società dell’immagine e il genocidio. Perché abbiamo dimenticato lo sterminio del popolo cambogiano? Perché i disastri che si abbattono su un mondo reso sempre più accessibile e familiare dai mezzi d’informazione passano inosservati o scivolano via dalla nostra coscienza senza lasciare traccia?
Dinanzi alle grandi domande poste da una civiltà in cammino verso la barbarie, la narrazione tradizionale sembra non bastare più. È necessario ritrovare, al di là dell’esperienza distratta cui la televisione ci ha assuefatti, una consapevolezza e un’immagine critica. Ecco perché in questo libro così singolare – sia nell’impianto ideologico sia in quello formale – trovano posto, separati ma paralleli, due genere di discorso: il racconto e la riflessione.
Con umorismo graffiante e spirito apocalittico Brian Fawcett ci invita a scoprire, in un piatto di pollo fritto consumato all’autogrill, il sapore universale di una condizione disumana; ci fa ascoltare un illuminante dialogo tra San Paolo e McLuhan sull’importanza del potere spirituale nel controllo delle masse; ci accompagna a curiosare in uno sperduto paese del Canada dove la gente, grazie alla televisione via satellite, crede di vivere nei dintorni di Detroit; ci riferisce dell’avventura di due tibetani che cercano di raggiungere il nirvana passando attraverso i campi di concentramento della seconda guerra mondiale…
Al di sotto di queste parabole indimenticabili e spesso spietate, che oscillano irriverenti fra il tragico e il parodistico (senza soggezione per i temi sacri della cultura «alta»), si dipana a piè pagina un saggio articolato e lucidissimo, ricco di rimandi a Joseph Conrad, Mark Twain, Hannah Arendt e Francio Ford Coppola, che con stile antiaccademico muove dal ricordo della rivoluzione cambogiana per alzare il tiro sulle mostruosità del Villaggio Globale.

 

Leggi l'incipit del libro

 Morris Mitchell Waldrop

Complessità
Collana Saggia/mente
 
642 pagine
1995

 

libro € 18,60 ESAURITO 

ISBN 978-88-461-0010-8

 

Tra i corridoi stipati di schedari, davanti agli schermi fluorescenti di computer animati dalle strane evoluzioni di automi biomorfi, nel corso di seminari improvvisati a colazione e durante le interminabili discussioni notturne intorno al tavolo da cucina, ogni istante della giornata a Santa Fe trasuda eccitazione e fermento intellettuale: un incessante ribollire di proposte, un fuoco di fila di intuizioni e ipotesi ardite che si incrociano e si sovrappongono nella comune sensazione di stare contribuendo a qualcosa di importante.
Fondato nel 1984 tra le mura di un ex Convento nel Nuovo Messico, l’Istituto di Santa Fe non si pone regole ortodosse né impone alcun vincolo ai propri partecipanti, nella convinzione che proprio dal confronto tra competenze disparate possa emergere una nuova visione unificante della scienza.
Il grande libro della natura, finora scritto con caratteri matematici e governato da leggi lineari, cede il passo a una nuova metafora che nella complicità paradossale tra ordine e disordine, organizzazione e anarchia, cooperazione e antagonismo, trova la sua formula vincente, e tra le file di una comunità scientifica trasgressiva e iconoclasta conta i suoi più agguerriti sostenitori.

 

Leggi l'incipit del libro 

ibsbannerverde

 

 

   

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.