Evan Eisenberg
L'angelo con il fonografo
FUORI CATALOGO
Collana Saggia/mente
€ 15,49
448 pagine
1997
978-88-461-0017-7

 

 

La musica è prima di tutto suono, non partitura né oggetto o merce sotto forma di disco. Eppure i dischi sono il modo prevalente del nostro tempo di fare e di ascoltare la musica. Da questa semplice constatazione l’Autore dà inizio a un’imprevedibile storia del fenomeno, interrogandosi su come l’invenzione degli strumenti di riproduzione tecnica del suono abbia modificato tanto la composizione quanto la ricezione musicale. Cosa succede infatti quando da evento mistico-rituale unico e inafferrabile la musica si trasforma in comune bene di consumo, collezionabile, scambiabile e utilizzabile in qualsiasi momento della giornata?

Con disinvoltura critica sostenuta da sterminata cultura, Evan Eisenberg sostiene che il disco ha dischiuso alla musica la via metafisica di una sua più elevata fruizione: se prima era occasione pubblica (il concerto, la festa, la parata), ora è esperienza privata e domestica, liberata come d’incanto da ogni limite di spazio o di tempo.

 

Haydn Middleton

L'ultima fiaba dei fratelli Grimm

FUORI CATALOGO

Collana Narrativa/mente

€ 15,00
272 pagine
2003
978-88-461-0055-9
Acquistalo su   logo IBS  

 

Il vecchio professore Jacob Grimm, un uomo consumato dallo studio e perseguitato da un sogno destinato a naufragare, attraversa l’Assia, terra della sua infanzia, in compagnia della nipote Auguste e del misterioso domestico Kummel. Durante il viaggio, intimo e allucinato, il passato riaffiora: Novalis, Heine, l’occupazione francese, Bismarck, le lotte che precedono e seguono l’unificazione della Germania, “paese in bilico sull’orlo di sé stesso”. Ritornano anche le fiabe che in gioventù il professore ha raccolto assieme a suo fratello Wilhelm, e che del popolo tedesco volevano restituire lo spirito originario, l’essenza più autentica. Tre registri si alternano nel libro in modo irregolare e inatteso, si sovrappongono, si scambiano, si rimandano l’uno all’altro in un’osmosi suggestiva, straniante e carica di suspense. Middleton non traccia confini, non illustra morali, ma segue con disinvolto e documentato rigore gli ombrosi sentieri della Storia, i sogni rincorsi di una vita ormai agli sgoccioli, gli impulsi irrefrenabili dell’uomo, creando un romanzo affascinante e splendidamente scritto che getta una luce rivelatrice sulla Germania dell’Ottocento e sulle connessioni tra il mondo di Jacob Grimm e gli orrori del XX secolo.

 

Chinatsu Nakayama
Care amiche telespettatrici
FUORI CATALOGO
Collana Narrativa/mente
€ 13,40
208 pagine
2002
978-88-461-0011-5
Acquistalo su  logo IBS  

 

Accorati appelli, drammatiche confessioni, volti inondati di lacrime, pareri e consigli a non finire da esperti non si sa di cosa: questi gli ingredienti dei programmi cui siamo ormai assuefatti, e questo lo spunto per il più lungo dei tre racconti riuniti in un libro destinato a squarciare il velo di tanta letteratura manierata e rivelare la vera anima del Giappone contemporaneo.
Eccoci dunque fra le quattro pareti claustrofobiche di uno studio televisivo – descritto in tutti i suoi aspetti umani e tecnici – dove ogni martedì va in onda Care amiche telespettatrici, trasmissione nata per rintracciare persone in fuga ma ben presto degenerata in una folle «caccia all’uomo», puro pretesto per la messa in scena di adulteri, aborti, separazioni e riconciliazioni. Lo sguardo impietoso della telecamera riesce a infiltrarsi dappertutto, per spiare, giudicare e decidere nell’interesse dell’indice d’ascolto. L’apoteosi della televisione come incubo.
Sempre legato al mondo dello spettacolo è il delicato ritratto di un’attrice bambina che, divisa fra due realtà a lei altrettanto estranee, quella infantile, circoscritta dalla rete del cortile scolastico, e quella fin troppo adulta del palcoscenico, si trova a suo agio solo nell’atmosfera buia, umida e desolata del suo camerino.
Completa il trittico un classico triangolo d’amore dall’esito imprevedibile, dove un marito modello, che sembra tollerare la relazione extraconiugale della moglie, finisce invece con l’intrappolarla in un sottile quanto crudele gioco di vendette.

 

Jamyang Norbu

Il mandala di Sherlock Holmes

FUORI CATALOGO
Collana Narrativa/mente
€ 16,00
320 pagine
2002
978-88-461-0040-5

 

 

Nel 1891 l'opinione pubblica scoprì con orrore che Sherlock Holmes era morto precipitando nelle Cascate di Reichenbach insieme con il dottor Moriarty, genio del male e suo avversario di sempre. Due anni dopo, tra lo stupore generale, Holmes riapparve, e confessò a un incredulo Watson di essere stato in Tibet dove, tra l'altro, aveva avuto “il piacere di visitare Lhasa”.
Di questi due misteriosi anni non si è mai saputo nulla.
Jamyang Norbu finge di essere entrato in possesso di una scatola di latta arrugginita, ritrovata a Darjeeling dentro un muro crollato in seguito a un terremoto. La scatola contiene un plico accuratamente legato con uno spago e sigillato con ceralacca. E' il resoconto scritto da Mookerjee - la spia indiana che in gioventù ispirò Kim a Kipling - dei suoi viaggi in Tibet in compagnia di Sherlock Holmes.
Così adesso sappiamo quanto il principe dei detective sia stato vicino al Grande Gioco, al colonnello Creighton, a Lurgan Sahib e al mondo di Kim. Possiamo seguirlo mentre avanza per roventi e polverose pianure diretto a Simla, capitale estiva del Raj inglese, o mentre supera gli alti valichi che conducono ai vasti e silenziosi altopiani del Tibet.
Tra gli splendori medioevali di Lhasa l'intrigo e il tradimento abitano la notte, e conducono all'inevitabile battaglia finale sui ghiacci himalayani, dove ancora una volta Bene e Male si affronteranno.

 

Leggi l'incipit del libro

 

Ben Sherwood

L'uomo che mangiò il 747

FUORI CATALOGO
Collana Narrativa/mente
€ 13,40
224 pagine
2002
978-88-461-0042-9
Acquistalo su  logo IBS  

 

«Questa è la storia del più grande amore di sempre.»
Comincia così l'avventura di J.J. Smith, ispettore del Guinness dei Primati, uomo ordinario in cerca dello straordinario.
J.J. ha certificato il bacio più lungo, la più lunga buccia di mela, il più lungo “botto” di un tappo di champagne.
Ma J.J. ha un problema, il “gran capo” trova che i suoi record siano noiosi: o scopre qualcosa di originale o può ritenersi licenziato. J.J. parte allora alla ricerca di un primato che non ha precedenti ma verrà travolto dalla passione che metterà a soqquadro la sua vita provando che anche i cuori, al pari dei record, possono essere infranti, e come le cose più belle, in fondo, non si lasciano quantificare.

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.