Dave Barry
Tricky Business
FUORI CATALOGO
Collana Dirigibili
€ 14,80
288 pagine
2004
978-88-461-0059-7
Acquista su  logo IBS  

 

In una notte di burrasca, con il mare della Florida spazzato dalla tempesta tropicale “Hector”, autentica manna per le televisioni in caccia di notizie da drammatizzare a dismisura, un gruppo di musicisti lontanissimi dalla celebrità e perennemente sotto l’effetto della marijuana, una mamma single che sbarca il lunario servendo cocktail a giocatori d’azzardo dalla palpata facile, due vecchietti in fuga da un ospizio e una combriccola di malviventi impegnati a tradirsi a vicenda si ritrovano sull’«Extravaganza of the Seas», uno scalcagnato casinò galleggiante in partenza da Miami. Il contrappunto alle vicende dei protagonisti viene fornito dalle gesta dei reporter dell’emittente «NewsPlex Nine», che alla fine risulteranno le uniche vittime dell’uragano, o forse della propria imbecillità. La notte della tempesta tropicale “Hector” diventa così un’esilarante carrellata di battute, sparatorie e riflessioni comiche, ma profonde, sugli americani del Terzo Millennio.

 

Leggi l'incipit del libro

 

Arnon Grunberg
Dolore fantasma
FUORI CATALOGO
Collana Dirigibili
€ 15,00
288 pagine
2004
978-88-461-0058-0
Acquista su logo IBS  

 

Un’infanzia trascorsa nell’illusione che il padre sia stato un famoso tennista (per poi scoprire che non è mai andato oltre il numero 268 della classifica mondiale). Una vita passata a fingere di essere uno scrittore di successo, per poi ritrovarsi sommerso dai debiti, ignorato dal pubblico e dal suo editore. È questa la realtà cui cerca di sfuggire Robert G. Mehlman, autore di mezza età ormai sul viale del tramonto, e come dice lui stesso “non esiste richiamo più dolce del richiamo della fuga”. Il capolavoro cui si dedica da anni è salvare le apparenze e crearsi illusioni sempre nuove. Per questo è necessario sottrarsi a ogni responsabilità, tagliarsi fuori dalla vita, amputandosela come un arto incancrenito che tuttavia non smette di far sentire la sua presenza.
L’insperato successo arriverà, ironia della sorte, con un libro di ricette di cucina ebraico-polacca (dal sottotitolo eloquente In cucina dopo Auschwitz), ma non potrà più cambiare le cose: l’illusione grandiosa va mantenuta fino in fondo, fino all’inevitabile follia.

 

Leggi l'incipit del libro

 

ibsbannerverde

 

Robin Jenkins
Fergus Lamont
FUORI CATALOGO
Collana Dirigibili
€ 17,90
464 pagine
2004
978-88-461-0057-3
Acquista su  logo IBS  

 

Rampollo illegittimo dei Corse di Darndaff, allevato in un quartiere operaio della Scozia d’inizio Novecento, Fergus Lamont è un outsider cronico. Tenterà in ogni modo di farsi accettare dall’aristocrazia scozzese imparando a imitarne l’accento, guadagnandosi la Croce di Guerra nel primo conflitto mondiale e sposando una scrittrice di successo; così come tenterà di farsi amare dalla gente del quartiere operaio in cui è nato scrivendo poesie che ne esaltano il senso di solidarietà e dignità con un’ironia forse troppo sottile. Ma la nobiltà tratterà sempre Fergus con sospetto, quanto al popolo, non potrà mai dimenticare il suo lo snobismo indisponente. L’unica persona capace di restituire a Fergus un po’ della tenerezza scomparsa dalla sua vita sarà Kirstie McDonald, la scema del villaggio di uno sperduto paesino delle Ebridi – donna in realtà bellissima, quando smette gli abiti da uomo e la pipa – che per riflettere percorre in lungo e in largo l’isola di Oronsay con un peso sulle spalle, magari la bicicletta. Fergus Lamont attraversa settant’anni di storia scozzese lacerato fra il disprezzo per una società che mette “la solvibilità assai prima del perdono e dell’amore” e l’incapacità di vincere dentro di sé la stessa ipocrisia che detesta negli altri. Settant’anni che gli offrono l’opportunità di conoscere le persone più diverse e di descriverle con un’ironia dissacrante che non risparmia nessuno. Fergus Lamont è considerato, a ragione, il capolavoro di Robin Jenkins, un classico della letteratura contemporanea scozzese che merita di essere conosciuto anche in Italia.

 

Leggi l'incipit del libro

 

Raphaël Confiant
L’omicidio del Sabato Gloria
FUORI CATALOGO
Collana Dirigibili
€ 16,00
256 pagine
2003
978-88-461-0054-2
Acquista su  logo IBS  

 

Martinica 1964. La mattina del Sabato Santo, Romule Beausoleil, nègre-congo di Morne Pichevin – uno dei tanti quartieri neri di Fort-de-France – viene ritrovato morto vicino alle latrine pubbliche.
L’ispettore Dorval, un poliziotto di colore originario della Martinica, appena rientrato in patria dopo anni di servizio nel quattordicesimo arrondissement di Parigi, s’incarica del caso lanciandosi con idealismo e determinazione in un’indagine malvista dai suoi superiori, che vorrebbero archiviare la vicenda come uno dei tanti assassini tra neri. Sul filo delle sue peregrinazioni tra i quartieri popolari di Fort-de-France, che lo porteranno a conoscere personaggi sanguigni e carismatici, Dorval ricostruisce la storia dell’ucciso, diventato fier-à-bras (cioè lottatore di damier, antica danza-combattimento africana) di Morne Pichevin dopo una vita passata a spalare cessi, attività che gli era valsa il soprannome di Beausoleil Odor di Cacca.
Il giorno successivo a quello della sua morte Beausoleil avrebbe dovuto affrontare Waterloo, fier-à-bras del quartiere Bord de Canal, fino a quel momento re incontrastato del damier, ma qualcuno aveva deciso di eliminarlo prima.
A complicare uno scenario già di per sé saturo di tensioni razziali, tradimenti e rancori femminili, si aggiunge la passione di Beausoleil per i combattimenti di galli. Dorval scoprirà che la vittima era coinvolta in una vicenda non troppo pulita, e ciò non farà che aggiungere altri sospetti alla lista dei potenziali assassini.

 

Leggi l'incipit del libro

 

Marek van der Jagt
Storia della mia calvizie
FUORI CATALOGO
Collana Dirigibili
€ 15,00
256 pagine
2003
978-88-461-0052-8
Acquista su  logo IBS  

 

Cresciuto nel lusso di una grande casa viennese, con una madre sfrenata (che dopo la morte verrà sostituita da una matrigna insopportabile) e un padre troppo preso dal lavoro, Marek trova rifugio negli universi paralleli del sogno e delle lettura. La sua ossessione è la ricerca dell'amour fou, ma quando questo sembra infine presentarsi sotto le sembianze di una turista lussemburghese, il giovane, che pure è di bell'aspetto, scopre di avere un pene ridicolmente piccolo, capace soltanto di suscitare ilarità. Uno choc che può accelerare la caduta dei capelli. Spassoso e intelligente, questo romanzo è famoso anche perché rappresenta una frode letteraria. Il suo vero autore è Arnon Grunberg, scrittore culto nel suo paese, che, stufo di troppe attenzioni, lo ha scritto sotto falso nome, ma lo stile inconfondibile, troppo maturo per un esordiente, lo ha infine smascherato.

 

Leggi l'incipit del libro

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.