J. M. G. Le Clézio
L'africano

Collana Le Antenne
€ 10,00
112 pagine
2007
978-88-461-0082-5

 

 

Nel 1948, a otto anni, J.M.G. Le Clézio lascia Nizza, la sua città natale, e con la madre e il fratello parte per la Nigeria, dove il padre, che non ha mai conosciuto, è medico nell’esercito britannico. Inizia così uno straordinario viaggio che, più di cinquant’anni dopo, sarà oggetto di questo libro. Le Clézio racconta il continente nero attraverso gli occhi di un bambino che entra in contatto con un mondo dove tutto – natura, sole, temporali, insetti – «esiste» con intensità e violenza, un mondo che gli regala una sensazione di libertà fisica e mentale per lui fino a quel momento sconosciuta. Fondamentale è l’incontro con il padre, uomo duro, abituato alla solitudine cui lo ha costretto la guerra. È dalla prospettiva del bambino che viene descritta la sua severità, il suo modo di vestire e i tentativi di ricuperare il tempo perduto con i figli. E sempre dalla stessa prospettiva emerge l’ammirazione verso quest’uomo misterioso, cui Le Clézio tenta di «avvicinarsi» per tutto il libro. Ad accompagnarlo nella sua indagine ci sono le foto scattate proprio dal padre, immagini piene di suggestione, non professionali e, forse per questo, assolutamente autentiche.

Leggi l'incipit del libro

 

ibsbannerverde

Recensioni

Anna

Donna

Gioia

Grazia

Internazionale

il Manifesto

Nigrizia

D Repubblica

Sole 24 Ore

I viaggi del Sole

Vita

 

Alberto Cavaglion
Notizie su Argon
Collana Le Antenne
€ 12,00
160 pagine
2006
978-88-461-0083-2

 

 

“Argon” è il titolo del racconto più famoso del Sistema periodico di Primo Levi. Contiene un affettuoso ritratto degli antenati dell'autore: figure bizzarre, comiche, generose nella loro ossessività maniacale. Ma dell’universo culturale, della storia politica e sociale dei cittadini di Argon sappiamo poco.
Il libro di Cavaglion ci aiuta a scoprire lo sfondo di un racconto famoso, ma anche a svelare una realtà nascosta. Il saggio ripercorre, da un’inusuale prospettiva, la storia dell’ebraismo in Piemonte partendo dalle origini quattrocentesche – quando ad Avignone, insieme a Petrarca, gli antenati di Levi vivevano alla corte pontificia – fino ad arrivare all’emancipazione con lo Statuto Albertino. Alla trattazione cronologica il libro aggiunge, nella seconda parte, una descrizione delle peculiarità religiose (il rito Appam) e i ritratti di alcuni protagonisti: Isacco Artom, Benvenuto Terracini, David Levi, Claudio Treves.
L’opera esamina infine alcune delle migliori pagine letterarie che a questo mondo si sono ispirate: di Primo Levi, naturalmente, ma anche di Umberto Saba, Augusto Monti, Arturo Carlo Jemolo, Natalia Ginzburg.

Leggi l'incipit del libro

 

ibsbannerverde

Rassegna stampa

 

giugno 2007 Times - the Times Literary Supplement
giugno 2007

Bollettino ebraico

11 maggio 2007 il Cittadino
29 marzo 2007

la Stampa

6 marzo 2007 Stilos
26 novembre 2006

Sole 24 Ore

 

Alias

 

 

Yvonne Baskin

Il pasto gratis
FUORI CATALOGO
Collana Le Antenne
€ 15,00
320 pagine
2005
978-88-461-0074-0
Acquista su    logo IBS  

 

Rio de Janeiro, 14 giugno 1992, si conclude la prima Conferenza delle Nazioni Unite sull’ambiente e sullo sviluppo. Emerge una parola d’ordine: "Tutelare la biodiversità".
A distanza di anni sembra che a molti esemplari della specie Homo sapiens non sia ancora chiaro perché è necessario adattare il nostro modello di sviluppo e il nostro stile di vita a questo principio apparentemente astratto, evanescente, inafferrabile. Molti altri esemplari umani vivono invece il rispetto della biodiversità come un’opzione etica, un atto volontaristico di cui eventualmente autocompiacersi.
Yvonne Baskin prova a modificare il punto di vista. Con dovizia di esempi che si riferiscono a scenari collocati in ogni parte del pianeta, e con inesorabile coerenza, ci dimostra che la diversità biologica è un gigantesco affare per la nostra specie.
Praterie che proteggono i suoli dall’erosione, microrganismi che garantiscono il rigenerarsi della fertilità, barriere coralline e boschi di mangrovie che proteggono le coste dalla violenza di tifoni e maremoti (lo tsunami del Sudest asiatico è una recente drammatica, lezione di ecologia applicata), castori che controllano il deflusso delle acque, insetti impollinatori che mantengono la produttività delle nostre coltivazioni, vegetazione acquatica che contribuisce alla depurazione delle acque: la complessità degli ecosistemi è un fattore strategico di protezione e di produzione per la nostra specie e ci mette a disposizione incessantemente servizi il cui valore economico e sociale è inestimabile.
Insomma la biodiversità ci offre un pasto gratis cui siamo tutti invitati, ma bisogna imparare in fretta a comportarsi bene a tavola.

 

Leggi l'incipit del libro

 Cesarino Branduani

Memorie di un libraio
Collana Le Antenne
 
336 pagine
2005
   

libro € 13,00

ISBN 978-88-461-0069-6

eBook € 6,99

ISBN 978-88--461-013-27

Pubblicato per la prima volta nel 1964 da Longanesi, Memorie di un libraio, è la singolare autobiografia di Cesarino Branduani che, nel 1907, a dieci anni appena, entra, in qualità di garzone, nella libreria Hoepli di Milano, a quel tempo situata in Galleria De Cristoforis. Branduani passò in negozio infanzia, adolescenza e maturità, mettendosi al servizio di quell’oggetto che lui stesso definì la "merce idea". Il suo volto e la sua pazienza accolsero intere generazioni di lettori, scrittori e personaggi. E dalle lettere che vengono riportate è chiara la stima che legava al libraio autori come, per citarne alcuni, Zavattini, Marotta e Pavese.

ibsbannerverde

 

 
Recensioni

 

l'Indipendente

TTL

 

Andrew Marshall
Birmania Football Club

Collana Le Antenne
€ 17,00
304 pagine
2004
978-88-461-0062-7

 

 

Un viaggio non convenzionale ed emozionante nella Birmania moderna, la cui tragedia è ricostruita e spiegata a partire dal suo passato di colonia britannica. La scusa è quella di seguire le tracce di sir George Scott, avventuriero scozzese dell’epoca vittoriana che ha fatto conoscere il calcio in questo remoto angolo dell’Asia. Birmania Football Club è al tempo stesso un racconto d’avventura, un’indagine storica e un reportage su uno dei Paesi più "caldi" del pianeta. Prendendo ispirazione dai diari inediti di Scott, Andrew Marshall ripercorre gli itinerari dell’esploratore: dal dilapidato splendore coloniale di Rangoon alla mitica città reale di Mandalay (immortalata da Kipling in una delle sue poesie più famose), fino al remoto cuore tribale nel Nord del Paese. Accanto al ricordo del passato emerge, vivo e tormentato, il presente di una nazione dove dal 1962 detta legge una dittatura militare che, finanziata dal traffico di droga, spadroneggia nel Paese isolandolo dal resto del mondo, e tiene Aung San Suu Kyi, premio Nobel per la pace e leader del Movimento Democratico birmano, agli arresti domiciliari.

 

Leggi l'incipit del libro

 

ibsbannerverde

Recensioni

il Foglio

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.