de benedetti
Federigo De Benedetti

Il nome del padre - racconti blasfemi (2010)

 

 

Federigo De Benedetti è nato a Roma nel 1937 da una famiglia mista ebrea-cattolica. La sua scoperta di essere ebreo risale al dopo-guerra perché negli anni delle leggi razziali la famiglia ha nascosto la propria appartenenza religiosa. Il suo approccio con la religione è quello di un laico convinto, aperto però a qualsiasi incontro senza pregiudizio o preclusioni

In questi anni, alcuni suoi racconti sono apparsi su diverse riviste tra cui “Linea d’ombra”.



 

De Benedetti di Milano 018  
 
 
 
 
Rinaldo De Benedetti

Il Governatore (2011)

Dove il bene è peccato (2016)

 

Cuneo 1903 - Milano 1996

Noto con gli speudonimi di Didimo e Sagredo. è considerato il padre della divulgazione scientifica italiana. Ingegnere, giornalista e scrittore, a partire dagli anni Quaranta ha collaborato a quotidiani (Il Corriere della Sera, La Stampa), periodici (Il Mondo, Epoca, L'Europeo, L'Illustrazione Scientifica) e a programmi RAI, ed è stato tra i fondatori dell'AIED (Associazione Italiana per l'Educazione Demografica).

Ha scritto e curato numerosi volumi; nel 2006 e nel 2008 la casa editrice Scheiwiller ha pubblicato i suoi Sonetti vespertini e Memorie di Didimo.




Mário de Carvalho

Passeggia un dio nella brezza della sera (2005)
I sottotenenti (2006)

 

 

Mário de Carvalho nasce a Lisbona nel 1944. Nel periodo dell’Università si dedica all’attività politica e nel 1973 è costretto a partire per l’esilio, da cui rientra l’anno seguente in seguito alla “rivoluzione dei garofani”. Oggi è unanimemente considerato uno dei maestri della letteratura portoghese. Ha vinto tutti i principali premi letterari del suo Paese.



 

Laurent de Graeve

Sono un assassino (2003)

 

 

Laurent de Graeve è nato a Rabat nel 1969 ed è cresciuto a Liegi, dove ha studiato filosofia. Nel 1992 si è trasferito a Bruxelles.
Oltre a Sono un assassino ha pubblicato Les ochidées du bel Edouard (1996), Ego, ego (1998, Prix de l’Association des gens de lettres e Prix NCR), Le mauvais genre (2000, Prix Rossel) e Grégoire et le téléphone portable (2001).
De Graeve è morto a trentun anni, nella notte tra il 21 e il 22 luglio 2001. Sono un assassino è stato il suo ultimo romanzo. Non ha fatto in tempo a rileggerlo. Di sé ha detto: «Prima di essere uno scrittore belga sono uno scrittore gay».
Wikipedia

 

De_Landa_by_Hendrick_Speck

by Hendrick Speck

Manuel De Landa

Mille anni di storia non lineare (2003)

 

 

Nato nel 1952 a Città del Messico, non appena maggiorenne Manuel De Landa si trasferisce a Manhattan, dove frequenta gli ambienti alternativi del Greenwich Village (insieme a personaggi come Philip Glass, Laurie Anderson, Peter Grennaway, David Byrne, Robert Mapplethorpe, Brian Eno, Eric Bogosian e John Lurie è stato uno degli animatori di Kitchen, lo straordinario laboratorio culturale newyorkese nato nel 1971). Messicano di nascita, statunitense di residenza e ultraeuropeo di formazione, De Landa si candida a diventare uno dei più rivoluzionari pensatori del XXI secolo grazie a una non comune curiosità intellettuale e, soprattutto, alla sua apertura nei confronti delle avanguardie artistiche e degli sviluppi tecnologici di fine secolo (è stato tra i primissimi intellettuali a intuire il potenziale della nascente industria informatica). Di Manuel De Landa è già stato tradotto in Italia La guerra nell’era delle macchine intelligenti (Feltrinelli, 1991).
Wikipedia

 

Jenny Diski

Contro natura (1997)

 

 

Un’infanzia e una giovinezza tutte da dimenticare, o forse da esorcizzare grazie alla memoria salvifica della scrittura: questi gli esordi biografici di Jenny Diski, nata a Londra nel 1947 da una coppia male assortita di immigrati ebrei e subito esposta a una crudele girandola di adozioni famigliari ed espulsioni scolastiche, intervallate da più o meno lunghe parentesi presso istituzioni correttive e più o meno saltuari tentativi d’impiego. Dopo vari anni di latitanza esistenziale, scopre in sé una straordinaria vocazione intellettuale e s’iscrive, ormai trentacinquenne, alla Facoltà di Antropologia: ma ancora una volta, anziché laurearsi, completa d’impulso il suo primo romanzo, Contro natura, che per la scabrosità dell’argomento e il candore (dichiaratamente autobiografico) della confessione s’impose all’attenzione del pubblico inglese, seminando zizzania tra le femministe e insinuando disagio nel partito dei maschi.
Wikipedia
Sito dell'autore

 

Geoff Dyer
Natura morta con custodia di fax (1993)
In cerca (1996)
Brixton Bop (1998)
Paris Trance (1999)

 

 

Generazione del ’58, laurea a Oxford, una lunga militanza giornalistica per svariate testate culturali di prestigio, un impegnativo studio sulle arti visive e finalmente, nel 1989 Brixton Bop, il romanzo d’esordio che, ambientato nella turbolenta periferia londinese degli anni Ottanta, gli ha valso un seguito di culto presso i giovani post-tatcheriani. Appassionato di letteratura, fotografia e musica, Geoff Dyer si è qui prodotto in un ardito e finora intentato saggio di fusione dei tre generi per cui gli sono stati riconosciuti il Premio Somerset Maugham come migliore scrittore inglese giovane, e il Premio Charles de Launey per il più bel libro d’argomento musicale.
Wikipedia


 

Joël Egloff

Cosa ci faccio seduto qui per terra (2004)
Edmond Gaglion & Figlio (2005)
Lo stordimento (2006)
Il signor Qualcunaltro (2008)

 

 

Joël Egloff (1970) è considerato da anni uno dei migliori scrittori francesi della nuova generazione. Nel 2004, con Edmond Ganglion & Figlio, ha vinto il Prix Alain-Fournier. Il successo del romanzo successivo, Lo stordimento (vincitore del prestigioso Premio Inter 2005), lo ha reso noto anche presso il grande pubblico. Instar ha pubblicato in Italia tutti i suoi libri.
Wikipedia


 

Evan Eisenberg

L'angelo con il fonografo (1997)

 

 

Newyorkese per nascita e residenza, ma con una molteplicità di paesi di formazione (tra gli altri, Israele e l’Italia) parallela al nomadismo dei suoi interessi (che includono la pratica del canto in sinagoga e l’ecologia del proprio giardino), il quarantunenne Evan Eisenberg fa di professione il critico musicale, ma non disdegna di collaborare a riviste di economia o di medicina o, quando capita, di filosofia in cui peraltro è laureato.

Sito dell'autore

 

Percival Everett

Cancellazione (2007)

 

 

Percival Everett è nato nel 1956 nella base militare di Fort Gordon (Georgia, USA). È considerato uno dei più raffinati scrittori statunitensi ed è tradotto nelle principali lingue del mondo. Con Erasure (romanzo selezionato dall’American Library Association) è stato finalista al Dublin Literary Award, uno dei più prestigiosi e ricchi premi letterari del mondo. È appassionato di cavalli e pesca alla mosca. Vive in California. Cancellazione è la sua prima opera tradotta in Italia.
Wikipedia


 

Brian Fawcett

Cambogia (2002)

 

 

Nato in Canada a Prince Gorge (British Columbia) nel 1944, Brian Fawcett vive oggi a Vancouver, dove si tiene volontariamente ai margini della cultura ufficiale. Dopo essere stato guardia forestale, giocatore di hockey, assistente sociale, pianificatore urbano e professore in un carcere di massima sicurezza, oggi si dedica a tempo pieno alla scrittura. I suoi libri, pervasi da un acuto impegno civile e un’irriducibile passione politica, hanno avuto ampia risonanza sia negli Stati Uniti sia in Gran Bretagna.
Wikipedia


 

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.